Home Spettacolo Spettacolo Milano

Due prime di opera e balletto per la Scala ad ottobre

0
CONDIVIDI
Due prime di opera e balletto per la Scala ad ottobre
Due prime di opera e balletto per la Scala ad ottobre
Due prime di opera e balletto per la Scala ad ottobre

MILANO. 2 OTT. Un ottobre all’insegna dei grandi classici per il Teatro alla Scala, che offre due Prime di Opera e Balletto assolutamente da non perdere.

Sono già esaurite le prime recite delle nuove Nozze di Figaro dirette da Franz Welser-Möst con la regia del giovane Frederic Wake-Walker e un cast di grandi voci che sono anche grandi attori: Diana Damrau, Markus Werba, Golda Shultz, Marianne Crebassa, e Carlos Alvarez. Lo spettacolo andrà in scena dal 26 Ottobre al 27 Novembre 2016.

Fino al 17 ottobre ultime occasioni per vedere The Turn of the Screw, capolavoro di Britten da Henry James nel nuovo allestimento di Kasper Holten con la direzione di Christoph Eschenbach. L’omaggio a Mozart nel 225° anniversario della scomparsa comprende anche Il ratto dal serraglio per i bambini con solisti e complessi dell’Accademia diretti da Michele Gamba.

Sul versante concertistico doppio appuntamento per Riccardo Chailly. Il Maestro guida Coro e Orchestra del Teatro alla Scala nella Messa da Requiem di Verdi, pagina di riferimento per il Teatro e i suoi Direttori, insieme a un quartetto di grandi solisti. Dal 20 ottobre Chailly inaugura invece la Stagione Sinfonica del Teatro con un atteso programma brahmsiano. Christoph Eschenbach dirige l’Orchestra dell’Accademia della Scala in un concerto a favore della Fondazione Rava, mentre al FAI è dedicato il ritorno alla Scala dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia guidata da Antonio Pappano. A Giuseppe Sinopoli a quindici anni dalla scomparsa sono dedicati il 6 ottobre un incontro pubblico e il concerto inaugurale del ciclo “Invito alla Scala” con i Cameristi diretti da Enrico Dindo.

La stagione del balletto riprende dal 4 al 28 ottobre nel segno della tradizione romantica con il ritorno della Giselle di Coralli-Perrot ripresa da Yvette Chauviré, con le storiche scenografie di Benois. Amore, tradimento e redenzione al centro della coreografia più amata della storia del balletto romantico. Sul palcoscenico Roberto Bolle e Svetlana Zakharova si alternano nelle parti principali con i solisti del Corpo di Ballo scaligero tornati da pochi giorni da una trionfale tournée cinese proprio con questo titolo.Assieme alle amatissime nostre Etoiles, danzeranno nei ruoli di Giselle e il principe Albrecht i primi ballerini Nicoletta Manni, Claudio Coviello, Antonino Sutera con Vittoria Valerio, Lusymay Di Stefano, Marco Agostino, Timofej Andrijashenko .

FRANCESCA CAMPONERO

Rispondi